lunedì 24 agosto 2015

Cuorissimi

Non buttare niente ma fare ordine. Come si fa? Soprattutto nel cestone delle stoffe, poi... che ogni triangolino "può sempre servire"... E così colleziono talmente tanti "strafanti" (come chiama mia madre le cose inutili) che il cestone dei tessuti è pieno più di strafanti che di pezzi di tessuto di dimensioni decenti per fare anche solo una mini pochettina, che è il minimo sindacale.

Si fa che una domenica pomeriggio mi viene la fuffa di tirar fuori i pezzetti più piccoli di tessuto che ho, e di riversarli sul tavolo.
E poi si fa che per questo giro di fuffa divido il mucchio in due: da una parte i tessuti più rigidi e consistenti, dall'altra quelli più leggeri. Della seconda parte mi occuperò in un altro momento, dato che per quello che devo farne necessitano di un sostegno con la telina adesiva. La prima parte la stiro.
Non so se dalla foto si riescono a capire le dimensioni dei ritagli, ma i triangoli più piccini sono grandi quanto una forbicina da ricamo, per intenderci.
Preparo una dima di carta a forma di cuore allungato (una volta non mi piaceva questo tipo di cuore, mi faceva tanto country ma anche tanto "fatto male". Poi ho cambiato gusti e ora mi piace anche così), mi armo di matita, metto sul rovescio le stoffette e inizio a disegnare con la dima cuori, cuori, cuori... Per le stoffe più scure ho usato la matita/gesso bianca, ovviamente.
E poi inizio a tagliare oziosamente.
Visto che bell'insieme?
E voi direte, "che te ne fai"?
A parte che anche solo a guardarli mi mettono allegria, quindi uno scopo l'hanno già trovato. Ma siamo serie, mica ogni volta che ho bisogno di buon umore apro la scatolina dei cuori e mi metto a fissarla, no? (Anche se effettivamente potrebbe essere un'idea, ma lasciamo perdere).
Con i cuori di stoffa si possono decorare una infinità di cose, soprattutto se come me dei cuori avete la mania.
Con quelli fatti l'anno scorso (perchè mica è la prima volta che ho questa fuffa eh) ho decorato un album di fotografie, li ho usati per riempire un po' di spazi vuoti (che non mi andava di lasciare, appunto, vuoti).
Qualcuno l'ho anche cucito su delle shopper e borsine con un fitto zig/zag, come su questa borsetta che uso in estate quando vado in bicicletta per tenere solo l'indispensabile.
Con alcuni cuori e dei pezzetti di cartoncino ho realizzato dei bigliettini, che accompagneranno dei piccoli pensieri.
Non ho ritagliato tutto, ho ancora tanti pezzettini di stoffa da cuoriciare. Ma è un bel passatempo da sfruttare di tanto in tanto. E' un'idea simpatica e very easy, no? :)

2 commenti:

Sara L'arcobaleno di Sara ha detto...

ahhh ahhh!!! bellissima idea!!!
sai potresti anche cucirli insieme due a due e riempirli di lavanda o semplicemente di imbottitura e farci dei decori!
ciao
sara

cristina dossena ha detto...

eh si mai buttare
buon lavoro cuoricioso
Cris