martedì 17 luglio 2007

Non... ce la farò... mai!!!

Ho da poco avuto la notizia che una mia cugina si sposa a settembre, per fortuna verso la fine. Visto che non ha invitato il parentado ma solo genitori e fratelli non me la sento di regalarle qualcosa di importante, ma un quadretto a punto croce con le iniziali degli sposi sì, anche perchè anche lei ricama e so che apprezzerebbe. Ho scelto la bella tela etamine di cotone acquistata durante l'ultimo raid da Caffi ovviamente, e un meraviglioso alfabeto fiorito trovato su una reente rivista.
Poi... ho appena iniziato il mese di luglio del sal di Maryse, fatte trenta crocette ho piantato lì per dare la precedenza al lavoro di cui sopra.
Poi... per fortuna sono riuscita a niccioniccio (si dice così dalle mie parti) a confezionare una borsa di cui non posso pubblicare la foto perchè la destinataria passa spesso di qui.
Poi... per fortuna fortunissima il round Robin Cuccioli è in stato di anticipo extra per cui fino a settembre non riceverò tele da ricamare .
Poi... non riesco a proseguire con i lavori per beneficenza per il banale motivo che non trovo motivi carini da ricamare, o meglio carini secondo i miei gusti. Ripetere due volte lo stesso ricamo è contro i miei sistemi, e io sono una "difficile" quando si tratta di scegliere un disegno.
Ma il problema più grosso in questo ambito è che da giorni ho una crisi di rigurgito da crocette che sta preoccupando perfino mio marito, e seriamente. Sarà perchè arrivo a sera snervata ed esaurita ma non riesco a prendere l'ago in mano proprio nelle ore che di solito riservavo a questo mio hobby, ho la sensazione che l'ago pesi. E questo mi fa perdere completamente la voglia di fare. Mi dispiacerebbe se non altro se non riuscissi a finire in tempo il lavoro di mia cugina, per tutto il resto c'è tempo. Ma accidenti, lo schema che ho scelto è pure in bianco e nero, giusto per complicare la cosa, quindi faccio ancora più fatica.  Passerà, ho sentito dire che tante ricamatrici hanno periodi di stasi del genere...

5 commenti:

selvaggia76 ha detto...

ma sei bravissima!!!!anche io ricamo ma non cosi. mi daresti qualche consiglio?
grazie

Mamiga ha detto...

Beh, non saprei... se vuoi sono iscritta da anni a una ML di malate di punto croce, lì siamo in tante esperte e principianti. Passa a fare un giro, il link è questo: http://it.groups.yahoo.com/group/puntocroce/

pattylallo ha detto...

vedrai che c'è la farai e il lavoro sara' ben ripagato

maidirethai ha detto...

Non perderti d'animo....di solito questi periodi passaano in fretta e poi la voglia di ricamare torna più di prima. Che bella idea il quadretto a puntocroce... è un regalo fatto con amore, non un oggetto comprato in fretta in un negozio, tanto per torgliersi il pensiero.
Isa

utente anonimo ha detto...

Ciao mamigà!!!! ricambio la tua visitina al mio blog... Dai, non scoraggiarti: anche io passo dei momenti di " stanca" da crocette... di solito quando devo affrontare dei lavori che non mi piacciono o che ritengo troppo ... elaborati, ma una volta superato l'ostacolo riprendo che è un piacere!!!!!
Mi manca tantissimo il tuo blog... originale! sono mamma anche io e mi piaceva seguire Trippa nella sua crescita quotidiana... molto simile a quella della mia piccola peste!!!!!!!
Baci, baci
Patty